Helsingborg – penisola di Kulla – Halmstad

Data: 6 agosto 2021

Luogo di partenza: Helsingborg

Luoghi intermedi: (penisola Kuala) Hoganas, Faro di kullen,

Luogo di arrivo: Halmstad

Km percorsi: Km 139

Way points: parcheggio (hoganas): N 56 12.307 E 12 33.388

Castello krapperups: N 56 15.730 E12 31.808

Faro di kullen: N 56 18.084 E12 27.122

sosta notte (halmstad): N 56 38.756 E 12 46.212

Resoconto

Oggi andremo alla scoperta della penisola di Kulla .

Qui non c’è molto da fare, ma proprio questo il fascino della penisola. La costa nord occidentale della contea di Skane è un seducente insieme di luce dorata, laboratori artigianali i villaggi sono lenti, che si stagliano sullo sfondo di ripide scogliere, campioni durati e verdi boschi.

Primo stop presso il paese di Hoganas, dove abbiamo letto esserci diverse statue in bronzo disseminate qua e là, fra le quali quella del “cane volante”.

Dovete sapere che, in passato, questo era il soprannome che avevamo dato al nostro cane Hogan dopo che si era lanciato in un dirupo seguendo la traiettoria di un sasso spostato da Davide.

Questo soprannome ora, è passato a odino che, non di più di un mese fa, ha pensato bene di lanciarsi (fortunatamente illeso), dal primo piano di una cascina, perché vedeva altri pelosi giocosi muoversi in giardino.

Detto questo, non potevamo esimei di andare a vedere una statua dedicata a lui !

Dopo aver fatto un giro al porto dove abbiamo anche trovato una area per il carico/scarico acque, siamo andati a fare acquisti presso la fabbrica di ceramiche fatte a mano, più rinomata di Svezia, la Fabriksbutik Hoganas Saltglaserat, fondata nel 1835.

Con il truck, superato il Krapperups Slott, il castello chiuso al pubblico del quale è possibile visitare i giardini, nel parcheggio del quale abbiamo pranzato, ci siamo recati al faro di Kullen.

Proprio sulla punta estrema della penisola, che è una riserva naturale, questo faro è il più antico di tutta la Scandinavia.

In questa zona, le scogliere sono irte ed il vento è sempre presente. Molti sentieri conducono a grotte, piscine naturali e baie riparate dove gli svedesi fanno il bagno (noi no!).

Ripartiti con il truck, ci dirigiamo ad Halmstad, sulla costa, dove troviamo un posto “selvaggio” dove sostare x la notte.

Approfittiamo per fare la consueta passeggiata con Niky e Odino arrivando su una piccola spiaggia di sabbia chiara.

Gli occhi di Odino si illuminano: la sua espressione è una preghiera di lasciargli fare un bagno.

Come dirgli di no? Ed ecco che, tolto il collare, in un secondo, il nostro cane sguazza felice nell’acqua placida e non troppo fredda del mare svedese, mentre la Nikita lo osserva tranquilla. Odino è un cane felice !

Luoghi di interesse: Penisola di kullen: hoganas: visita alla fabbrica ceramiche e al porto. Giardini castello di krapperups . Faro di kullen.

Tipo di sosta: selvaggia no servizi in fondo a strada chiusa 2

Note: il parcheggio a hoganas era ampio e gratis ; no sosta notte. Fatto servicegratuito in area sosta a pagamento vicino al porto.

Penisola Kulla – Hoganas: statua del cane volante
Hoganas: porto
Hoganas: fabbrica ceramiche
Penisola di Kulla: faro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...