St. Miguel Arroces – Villaviciosa – spiaggia Bedon

Data: 6 – 7 agosto 2018

Luogo di partenza: San Miguel de arroces

Luoghi intermedi: Villaviciosa, Rasa de San Telmo

Luogo di arrivo: Spiaggia st. Anton de Bedon

Km percorsi: Km 49 + 37

Spesa giornaliera:€ 71,08 + 226,00

Way points:

sidreria el Gaitero ( Villaviciosa): N 43 29,561 W 5 25,398

Museo jurassico: N 43 30,168 W 5 16,650

Sosta notte (. ) : N 43 27, 699 W 5 11,190

sosta notte (playa st. Anton de Bedon ): N 43 26, 348 W 4 52,263

Resoconto

Sveglia presto questa mattina, per liberare il parcheggio a favore dei vecchietti che vengono a fare i prelievi,; partiamo in direzione di Villaviciosa dove, ad un chilometro dal centro, sulla nazionale, ci fermiamo per la visita delle cantine di sidro di produzione El Gaitero.

La prima visita è alle ore 10 ed accompagnati da una guida, scopriamo le origini di questa casa produttrice di vini e champagne a base di mele , esportate in tutto il mondo.

Ci mostrano dove i camion , da settembre a dicembre, scaricano la materia prima ( mele di differenti varietà ) che viene lavata in grandi vasche per poi essere introdotta in enormi fusti metallici dove specifici macchinari provvedono a macinare e filtrare il tutto .

La fermentazione può poi avvenire in grandissimi fusti di legno , identificati da stemmi delle varie città spagnole o di vari paesi esteri, oppure , seguendo un differente metodo, può avvenire in silos di acciaio.

Il sidro può essere naturale, non filtrato, oppure lavorato con il metodo champagne, ottenendo quattro standard differenti e di ognuno, varianti più o meno secche e dolci .

La visita si conclude con la degustazione di un tipo di sidro commerciale , con una gradazione intorno ai 4 gradi che, sorseggiato freddo , si è rivelato proprio gradevole ( eravamo scettici poiché avevamo assaggiato quello francese , era caldo e sembrava piscio!). Nella bottega si può acquistare i vini ma anche torrone e conserve di frutta di loro produzione.

Terminata la visita ( vi consigliamo di effettuare quella delle 10 perché poi arrivano i pullman con i turisti), ci siamo recati , una ventina di chilometri più avanti, a visitare il museo dei dinosauri.

Un edificio architettonicamente molto interessante, costituito da tre navate con soffitti tondi , realizzati completamente in legno, accoglie su tre livelli, reperti , filmati e informazioni relative ai dinosauri di varie epoche preistoriche. Sono presenti anche una decina di giganteschi scheletri di bestioni estinti.

La visita può essere libera o guidata ( compresa nel biglietto).

Un ben curato parco ospita ricostruzioni in dimensioni reali di differenti dinosauri , per la gioia dei bambini.

Procediamo, dopo la visita, ancora per una ventina di chilometri, fermandoci prima di Ribadesella, dove ci rechiamo poi con il quad , per incontrarci con amici di vecchia data, Stefano e Federica, che hanno scelto, anche loro, di trascorrere le vacanze nel nord della Spagna .

In questa cittadina, che non ha particolari altri punti di interesse, esiste la grotta di Tito Bustillo, che sembra custodire le più belle scritture rupestri della Spagna .

Essendo chiusa il lunedì ed il martedì ci rechiamo comunque in loco per prenotare la visita dei giorni seguenti ma, con gran disappunto , scopriamo che è tutto esaurito fino a fine agosto!

Odio viaggiare in questo mese!

Torniamo al truck con i nostri amici , conosciuti tanti anni fa in Turchia, nel negozio di tappeti di Faruck in cappadocia, e ci dedichiamo alle chiacchiere e racconti di viaggio, fino a notte fonda.

Questa mattina , procedendo loro in senso inverso al nostro , ci salutiamo dopo la colazione e , mentre i nostri amici, dietro nostra indicazione, si orientano verso la sidreria ( sono dei buongustai !) , noi procediamo oltre Ribadesella per fermarci a fare service e poi nel parcheggio della spiaggia di San Anton de Bedon, dove troviamo posto e trascorreremo anche la notte.

Qui, il fiume, regala le sue acque dolci a quelle salate del mare e, oltre alla spiaggia di sabbia, dove però i cani non sono ammessi, ci sono dei prati, vicino al corso d’acqua dolce, dove possiamo passeggiare con i pelosi.

Il tempo è fresco, con grandi nuvole scure e minaccia pioggia ma, fortunatamente , il vento le allontana e, verso le 19, il cielo torna , almeno parzialmente, azzurro.

Continuiamo a rimanere della nostra opinione che, questa parte della Spagna, non ci attrae particolarmente .

Domani , con il quad, andremo in perlustrazione delle spiagge e baie , per una quindicina di chilometri lungo la costa, da qui fino a Llanes.

Buona cena !

Luoghi di interesse: Museo del sidro El Gaitero, museo del jurassico, ribadesella grotta di Tito Bustillo, spiaggia st Anton de bedon

Percorso in sintesi: Nazionale 632

Condizione delle strade: buona

Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Buona

Reperibilita’ servizi (bar, ristoranti, camping): Soste notte in parcheggio selvaggi e sosta notte parcheggio spiaggia no servizi

Indirizzi utili: Sidreria el Gaitero www.elgaitero.com villaviciosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...