Paesaggi montani e tanta neve !

Data: 10 aprile 2018

Luogo di partenza: Mirador

Luoghi intermedi: Beteta,

Luogo di arrivo: Laguna El Tabor

Km percorsi: Km 51

Spesa giornaliera: € –

Way points: sosta notte (laguna el tabor): N 40 32,718 W 2 03,091

 

Resoconto

Neve, neve,neve!

È da ieri che nevica ma questa mattina , al risveglio, invece del panorama, abbiamo continuato a vedere solo la neve!

Ci siamo mossi in direzione Beteta ma, le condizioni atmosferiche, non sono variate guidando sempre ad altezze abbastanza elevate e a temperature vicine allo zero.

I paesaggi sono bellissimi e , man mano che procediamo, diventano sempre più’ bianchi.

Prati e pinete desolate si alternano, fuori dai nostri finestrini e , visto che Odino non ha mai conosciuto la neve, questa può essere la sua “prima esperienza”.

Accostiamo il truck e, mentre io e Niky rimaniamo al calduccio, Davide e Odino scendono per giocare sulla neve soffice.

Zompi incredibili alla ricerca di palle di neve che sprofondano ad ogni lancio e una faccetta di cane che dimostra gioia mista ad incredulità: Ody è felicissimo!

Ma la neve continua ad attaccare e a crescere in volume quindi, dopo poco, decidiamo di procedere lungo nostro itinere, alla ricerca di un luogo dove fermarci. Volevamo andare a Beteta o meglio, ad una area vicino alla cittadina , dov’è si prevedeva di trovare rifornimento di acqua ma , visto che , questa area , si trova ad una altitudine superiore a quella alla quale stiamo viaggiando e la neve non smette di scendere, optiamo di abbandonare questa ipotesi di location e di orientarci verso la cittadina di Beteta.

Le strade sono coperte da un manto bianco ma HungryWheels procede sicuro, senza slittare, anche perché manteniamo una andatura “prudente”.

Incrociamo altri veicoli, che giungono probabilmente dal luogo dove noi vorremmo arrivare , i quali hanno difficoltà a muoversi, ma non vedendoli in pericolo, procediamo oltre fino a quando, veniamo bloccati da un Daily Iveco che, fermo in mezzo alla carreggiata, in salita, non riesce più ad avanzare e, ad ogni vano tentativo, il retrotreno scoda paurosamente senza controllo.

Pensate che potremmo abbandonare qualcuno in difficoltà? Ovvio che no ( anche perché tanto, non riusciremmo a passare, visto che si è fermato di traverso!) .

Davide scende e , cercato per un po’ il gancio traino anteriore ( grazie Daniele per la dritta di dove poteva essere) , aggancia con grilli e strops del nostro truck, il furgone con lo spaesato autista e comincia a trainarlo in retromarcia , fino a portarlo in piano, in sicurezza.

Nel frattempo, sono sopraggiunti i soccorsi , che il mal capitato aveva chiamato: due furgoncini della Citroen ed un fuoristrada , che avrebbero avuto serie difficoltà a fare qualsiasi cosa, vista la loro mole e sopratutto poiché arrivavano da dietro.

Il simpatico autista, che trasportava frutta e verdura , per sdebitarsi , viene verso di me, che ero rimasta con i pelosi nel camion, e mi regala una cassetta di fragole fresche e squisite .

Proseguiamo verso Beteta ma, una volta attraversato il paesino, non trovando un luogo idoneo per la sosta, continuiamo ancora per qualche chilometro, fino alla vicina laguna di El Tabor.

Sono le 15 e , preparato un risotto alle fragole, per assaporare subito il gradito omaggio, ci sistemiamo qui, per passare il resto della giornata, fino a domani.

Neve, neve, neve! Non smette un secondo di nevicare ma, fortunatamente, non attacca .

Niky e Odino vengono portati fuori , controvoglia, a fare i bisogni e Odino , questa volta, involontariamente , mette le zampe dentro l’acqua della laguna, pensando di limitarsi a pucciarle ma, sprofonda completamente nell’acqua , facendo letteralmente il bagno!

Va beh , che ci volete fare!

Tornato sul truck, Odino viene lavato in doccia ed asciugato mentre l’interno di HungryWheels sta raggiungendo limiti di vivibilità veramente bassi, fra schizzi d’acqua, fango e ghiaia sparsa ovunque!

Domani dovremo cercare una location consona a fare un po’ di pulizie , ma per oggi, va bene così!

Luoghi di interesse: Paesaggi montani, laguna El Tabor

Percorso in sintesi: Strade montane

Condizione delle strade: Buone

Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Scarse

Reperibilita’ servizi (bar, ristoranti, camping): Selvaggi senza servizi presso la laguna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...