Aguadoliva – Peniscola

Data: 9 – 10 marzo 2018

Luogo di partenza: Aguadoliva (sosta)

Luoghi intermedi: –

Luogo di arrivo: Penisola

Km percorsi: Km 22

Spesa giornaliera: € –

Way points: sosta notte (peniscola): N 40 20,568 E 0 23,277

Resoconto

Abbiamo trascorso la giornata di venerdì 9 , fermi vicino alle case, prevalentemente estive,della località Aguadoliva, in un parcheggio vicino ad una spiaggia di ciottoli con accesso permesso ai cani.

La mattina, siamo stati in spiaggia , a goderci il sole e ci siamo anche messi in costume, ottenendo un colorito “a gambero” , essendo la prima volta che prendevamo la tintarella.

Nel pomeriggio, come sembra essere una abitudine, il tempo è peggiorato fino a divenire nebbioso e quindi non abbiamo fatto altro che rintanarci nel truck, fino a sera.

Questa mattina, il sole splendeva nuovamente e ci è venuta la brutta idea ( nei we non bisogna spostarsi , c’è sempre casino) , di recarci a Benicarlo’ per dedicarci al service, avendo visto che, in città, era indicata una area sosta con servizi.

Giunti sul posto, abbiamo riscontrato l’impossibilità di rimanere lì , essendoci spazio per soli 7 camper di dimensioni contenute ( entro i 7-8 mt) . Inoltre, mentre scaricavamo, essendo l’area a fianco a case, abbiamo anche discusso con persone del posto che si lamentavano per il fatto degli odori , minacciando di chiamare la polizia , nonostante ci fosse il pozzo per lo scarico.

Avvisati da una signora che il giorno prima la polizia aveva multato un truck come il nostro perché non regolarmente parcheggiato , in quanto fuori misura, abbiamo preferito continuare verso sud senza neppure far rifornimento di acqua a causa della scarsa pressione che ci avrebbe costretti a stare “in divieto”, troppo a lungo.

Percorsi ancora un po’ di chilometri, abbiamo raggiunto la cittadina di Peniscola .

Qui non ci sono soste camper indicate quindi procediamo fuori dal centro urbano e troviamo posto lungo una strada costiera secondaria sterrata dove, anche altri camper di “fricchettoni” , si sono fermati per la notte.

Si tratta di una sosta selvaggia ma proprio sul mare con piccole baie di ciottoli limitrofe.

Non perdiamo occasione di far fare il bagno ai pelosi e far sfogare un po’ di energia ad Odino , mentre noi, accaldati , ci leviamo la maglia per godere dei caldi raggi del sole. Dopo neanche mezz’ora ovviamente, arriva il tizio con il cane libero e noi, per evitare discussioni, preferiamo andarcene, avendo anche intenzione di prendere il quad ed andare a visitare il centro storico di Peniscola.

Mangiata una insalata con riso ai funghi ( avanzo di ieri sera) ripassato “al salto”, ci rechiamo in città .

Già dalla location dove siamo parcheggiati , si nota il centro storico; un agglomerato di case bianche arroccate su un grosso scoglio con in cima un castello del XIV sec. che fu anche dimora del Papa Luna e di Clemente III ( c’è un statua in bronzo vicino all’ingresso del castello).

Il paese è delizioso: case bianche e azzurre , arroccate una vicino all’altra , affacciate sul limpido mare turchino. Un luogo che ci ricorda un po’ Essauira , in Marocco o i paesini delle isole greche.

Ci sono diversi turisti che girano per le strade pedonali , percorrendo le salite e le discese caratterizzate da una pavimentazione in piccoli ciottoli disposti in modo tale da creare dei motivi geometrici.

Fra le varie costruzioni che ospitano botteghe di souvenir, ristoranti o abitazioni , con i pavimenti dei balconi ricoperti da ceramiche disegnate e i muri bianchi decorati con anfore colorate , con piante grasse o con splendide insegne in ceramica pitturata, spicca una torretta completamente rivestita in conchiglie.

Gusci di ostriche, cozze, vongole, calpestante o tartufi di mare , disposti sapientemente sulla facciata della casa a coprirla interamente, rendono questa costruzione un vero capolavoro.

Purtroppo la maledizione del “clima avverso” colpisce anche oggi e, nell’arco di poco, il sole viene coperto da nuvoloni neri che portano con se la pioggia.

Rimontati in fretta e furia sul quad, sotto una leggera pioggia, torniamo al truck e facciamo appena in tempo a ripararci , prima di rimanere inzuppati , sotto il temporale.

Beh , non importa, sono già le 17,30 e io mi dedico al diario, in attesa di preparare la cena che prevede “pollo all’asiatica”, con verdure varie ( zucchine , carote, cipolle, pannocchiette, peperoni) , cucinato nel latte di cocco e soya e reso piccante dal curry paste, accompagnato da riso basmati profumato all’aglio .

Buona serata .

Luoghi di interesse: Peniscola centro storico

Percorso in sintesi: Strada nazionale

Condizione delle strade: buone

Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): Discrete

Reperibilita’ servizi (bar, ristoranti, camping): Sosta selvaggia a Aguadoliva vicino a spiaggia per cani 2 e sosta selvaggia a sud di Peniscola sul mare 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...