Spagna – Almeria – tabernas

Data: 27 febbraio 2015
Luogo di partenza: Almeria
Luoghi intermedi: –
Luogo di arrivo: tabernas ( mini Hollywood)
Km percorsi: km 50
Spesa giornaliera: euro 333,14
Way points: parcheggio almeria : N 36 49,899 W 2 27,950
Tabernas: N 37 02,,975 W 2 23,789
miniholliwood: N 37 01,236 W 2 26,058
sosta notte: N 37 01,200 W 2 25,627

Resoconto
Questa mattina ci siamo spostati in centro, in un parcheggio vicino al porto di Almeria, per poter andare a visitare l’Alcazar piu’ agevolmente. Avendo ancora il problema delle serrature delle casse esterne, che non si chiudono, nonostante non ci sia nulla di importante da portar via, preferiamo non rischiare di avere brutte sorprese e quindi optiamo di visitare la citta’ in maniera alternata dai nostri amici, cosi’ da lasciare sempre qualcuno vicino al truck. Per primi, vanno Anto e Massimo che tornano dopo aver visitato il castello e vista la cattedrale dall’esterno, in un paio di ore. Noi, a seguire, ci rechiamo negli stessi luoghi ma piu’ velocemente grazie al quad. L’Alcazar, con le sue mura, e’ visitabile gratuitamente ( se si e’ cittadino europeo) e merita una tappa. Molto gradevoli sono i percorsi dell’acqua all’interno dell’edificio che corrono dai punti piu’ alti a quelli piu’ bassi, alimentando fontane e specchi d’acqua con pesci rossi e carpe. La vista dalle mura sulla citta’ permette di avere una piu’ chiara visione dell’ urbanizzazione edilizia della parte piu’ vecchia. Tanti edifici di uno o due piani , costruiti vicini l’uno agli altri , separati da stretti vicoli percorribili, a stento , da una vettura : un modello tipico delle citta’ arabe che ci ricorda le quelle marocchine. Il castello e’ stato ristrutturato con i fondi della comunita’ europea e , i lavori hanno permesso a questo gioiello del 1100 di arrivare fino ai giorni nostri . Osservando la valle dalle torri piu’ alte , si possono intravedere anche delle aree in cui vengono tenuti degli animali tipici delle zone sahariane ( gazzelle, antilopi..). Verso le due torniamo al porto e, dopo il pranzo e dopo aver fatto la spesa per una grigliata di carne, partiamo verso Tabernas e il deserto di Almeria, reso famoso dai film western di Sergio Leone. Percorsa la distanza su una superstrada , cominciamo quasi da subito, a godere di panorami favolosi: si tratta di montagne molto brulle dalle forme scolpite dal vento e dai colori che variano dall’ocra al marrone scuro. La vegetazione e’ assolutamente bassa, con svariate piante desertiche come i cactus. Ci rechiamo a Tabernas , il villaggio piu’ vicino a Minihollywood , un’area ricreativa dove e’ rappresentato un esempio di villaggio del far west e vengono eseguiti spettacolini di intrattenimento. Sulla collina di Tabernas si intravede un alcazar in stile moresco che vorremmo visitare piu’ da vicino ma, essendo gia’ le 17,30, optiamo per cercarci un luogo dove fare campo base, x la notte. Mentre stiamo per ripartire la nostra attenzione viene colpita da uno stormo di piccioni dalle ali coloratissime, che svolazzano intorno ad un albero. Molte persone con radioline si aggirano intorno e, a loro, chiediamo cosa stia accadendo. Ci viene risposto che si tratta di una gara e , per riconoscere i piccioni, gli vengono dipinte le ali . Non capiamo esattamente cosa i piccioni dovrebbero fare ma l’enfasi con la quale le persone si animano intorno ai volatili ci fa pensare ad una competizione “seria”!. Ritorniamo verso l’area ricreativa e, superati gli edifici, percorriamo per qualche centinaio di metri la strada che si inoltra nel parco naturale, fermando i mezzi in uno spiazzo, dove trascorreremo il week end. La cena prevede la pizza , con salsiccia e gorgonzola e birra ed in tv “die hard” !
Buon we!

Luoghi di interesse: Almeria deserto di Almeria
Percorso in sintesi:
Condizione delle strade: buona
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): scarsa
Reperibilita’ servizi (bar, ristoranti, camping): spiazzo nel deserto
Indirizzi utili:

– Posted using BlogPress from my iPad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...