Ksar goundafa – Tazenakht (tiz-n-test)

Data: 14 marzo 2014
Luogo di partenza: goundafa
Luoghi intermedi: Tiz-n-test, Aoulouz, Taliouine
Luogo di arrivo: Tazenakht
Km percorsi: Km 220
Spesa giornaliera: Dh 35 = euro 3,2
Way points: moschea Tin Mal : N30 58,886 W 8 13,741
tiz-n-test: N 30 51,654 W 8 22,628
sosta x la notte: N30 33,745 W 7 13,936

Resoconto
Fortunatamente le aree di sosta “selvaggia” che scegliamo per fermarci a dormire la notte, sono sempre tranquille e silenziose. Il piu’ delle volte le scegliamo per comodita’, vicino alle strade o per bellezza paesaggistica, in angoli poco distanti dalla strada, ma quel tanto da non essere sulla via di passaggio. Durante la marcia, quando si avvicina l’imbrunire, verso le 17 – 17,30, cominciamo a guardarci intorno per identificare un luogo in piano, riparato e piacevole. Cosi’ vale anche per la sosta di questa sera, alle porte della citta’ di Tazenakht, in una vallata contornata da alte montagne, alla quota di circa 1600 mt. La strada asfaltata corre diritta ad attraversare l’intera spianata fino alla citta’ e tutto intorno un paesaggio piano, brullo, color ocra e, sul fondo, le montagne a 360 gradi si ergono piu’ scure,come a creare un bacino immenso. A fianco, una stradina sterrata porta poche centinaia di metri dalla strada principale, ad uno slargo con qualche albero e costruzioni in terra, ormai quasi crollate. Ci piace: ci fermiamo qui. Era gia’ da una oretta che Davide voleva accamparsi ma era importante percorrere ancora un po’ di chilometri per arrivare al bivio dove, domani, prenderemo la strada verso sud che ci portera’ in direzione del deserto. Oggi pero’, la protagonista, e’ stata la montagna. Abbiamo percorso la strada che porta verso sud, attraverso il passo Tiz-n-Test, uno dei piu’ spettacolari del Marocco. I panorami sono indimenticabili soprattutto nell’ultimo tratto, andando verso sud, dopo il passo. Fortunatamente non c’era quasi traffico e, i pochi mezzi incrociati, non erano delle corriere . Il problema di questa strada, ritenuta pericolosa, e’ la sua dimensione: in alcuni tratti e’ larga poco piu’ di una corsia e, nonostante l’asfalto sia in discreto stato, in caso di incrocio fra due veicoli di grandi dimensioni, non essendoci protezione ai bordi, la situazione si fa pericolosa. Occorre tenere bene gli occhi aperti e guardare molto oltre al fine di identificare, per tempo, altri veicoli grandi e, fermarsi in presenza degli slarghi, per poter passare entrambi. Per le auto il problema e’ decisamente meno importante. Comunque, la totale assenza di tornanti e la pendenza non eccessiva, sia nel tratto in salita che in quello in discesa, rendono questo percorso molto, piu’ interessante che spaventoso. Personalmente abbiamo provato maggiori difficolta’ a causa dei tornanti e della forte pendenza, nel tratto percorso l’altra settimana per andare a Tafraoute (di notte) e ripercorso al mattino per raggiungere Tata.
Il resto del percorso di oggi, sulla strada nazionale, e’ un tratto facile, poco trafficato, dai panorami piacevoli anche se brulli, con strane formazioni rocciose, come se fossero pietre a forma di uovo allungato, poste in verticale, come pennacoli, o, piu’ macabramente , come lapidi cimiteriali.
Nel nostro percorso, abbiamo osservato, ma dal truck, castelli e moschee, alcuni in buone condizioni, ma non ci siamo fermati per visitarli. Ad ogni modo, la scoperta fatta casualmente nell’aria scelta per la sosta notturna , ci ha sorpreso. Alcuni muri di terra, quasi crollati, vicini a dove abbiamo parcheggiato, rivelavano una costruzione sotterranea che si estende a più vani con una scala che parte dalle radici di un albero e conduce sotto, alla casa. Dal buco si vedono benissimo le stanze e i soffitti fatti con delle canne e poi ricoperti di terra. All’esterno, solo questi quattro muri di terra, color ocra. Non ci fidiamo ad andare sotto perche’ il terreno e’ franato tutto intorno ma domani mattina, con la luce, faremo delle foto. Ci sono altre costruzioni simili intorno, non distanti da questa ed e’ probabile che siano tutte case sotterranee. Domani lo scopriremo mentre ora, ci godiamo un tramonto eccezionale! Buona serata.

Luoghi di interesse: Tiz-n-Test passo
Percorso in sintesi: la strada R203 che va verso sud per il passo Tiz-n-test e’ spettacolare piena di viste panoramiche, soprattutto procedendo vs sud, dopo il passo. La N10 che si sposta verso est in direzione Taliouine e’ abbastanza piana ma ad altezze intorno i 1700 mt. Bei paesaggi ma nessun particolare attrattiva
Condizione delle strade: il passo e’ abbastanza agibile nel tratto iniziale da nord vs sud ; peggiora dopo il passo stringendo la carreggiata ad una unica corsia con slarghi x incrocio dei mezzi. Nessuna protezione ai bordi in quest’ultimo tratto . Assenza di tornanti . Sale da nord fino al passo e scende dopo il passo vs sud. Traffico quasi nullo . La N10 e’ in discrete condizioni con una corsia x senso di marcia
Stazioni di servizio (carburante, acqua, gas): nei centri abitati
Reperibilita’ servizi (bar, ristoranti, camping): buona anche presenza lungo la strada del passo
Indirizzi utili: –

– Posted using BlogPress from my iPad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: